Commodities, utili e ricavi in crescita per Xstrata e Fresnillo

3 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Conti positivi per due big delle materie prime. Il colosso britannico Xstrata ha chiuso il primo semestre con un utile netto più che triplicato a 2,29 mld di dollari e ricavi in aumento del 43% a 13,61 mld. La compagnia ha tuttavia precisato che l’outlook macro-economico a breve termine rimane in chiaroscuro nonostante la forte domanda da parte di alcune nazioni come Cina, India e Brasile. Separatamente la compagnia ha annunciato due nuovi investimenti. Il primo sarà in Perù nel campo del rame e avrà un budget di 4,3 mld di dolari, mentre il secondo interesserà il carbone, si svilupperà in Australia e avrà costo di 1,1 mld. Ottimi anche i numeri di Fresnillo, che vanta per la prima parte dell’anno un aumento dei profitti dell’82% a 220,7 mld di dollari. I ricavi sono balzati del 59,9% a 605,7 mld. Il board si è detto ottimista circa il futuro, affermando di poter continuare a mostrare performance “forti”. Nonostante le robuste semestrali i due titoli viaggiano a Londra con guadagni contenuti sotto il punto percentuale.