Commodities, Natixis positiva sui metalli di base

14 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Natixis Commodities Markets mantiene una view positiva sui metalli industriali, mentre il quadro è in chiaroscuro per i metalli preziosi. L’andamento dei preziosi – si legge nel report trimestrale di Natixis – ha tratto beneficio dalla crisi in Europa, soprattutto nel caso dell’oro, che è stato pesantemente acquistato, lasciando il mercato esposto ad una forte correzione. Il broker pertanto non esclude un possibile ritracciamento dell’oro sotto la soglia dei 100 dollari entro l’ultimo trimestre del 2010. Diverso il caso del palladio, che trae beneficio dalla prospettiva di un deficit quest’anno e dall’aumento dei consumi nel settore dell’auto, anche se la recente speculazione ha ormai fatto incorporare ai prezzi il gap con il suo metallo gemello, il platino. L’outlook di lungo periodo resta positivo, ma non si esclude una possibile correzione delle quotazioni. View molto positiva per i metalli industriali, come il copper che dovrebbe trarre ancora beneficio dalla crescita dei consumi in Cina, a fronte di un livello di scorte relativamente basso. Anche l’alluminio ed il piombo dovrebbero beneficiare di un recupero dell’attività economica, a dispetto del trend crescente registrato dalle scorte al London Metal Exchange. Il Nickel si avvantaggerà del rapido aumento della produzione e della domanda di acciaio, che si confronta con un rallentamento della rottamazione. Progressi dei prezzi più contenuti per lo zinco, a fronte dell’elevato surplus atteso quest’anno.