Commercio, Tfa: un nuovo trattato, “il più grande della storia del Wto”

27 Febbraio 2017, di Alberto Battaglia

Un nuovo trattato commerciale multilaterale è stato ratificato dai due terzi dei membri del Wto ed è entrato in vigore mercoledì: l’implementazione del Trade Facilitation Agreement (Tfa), secondo quanto dichiarato dal direttore dell’Organizzazione mondiale del commercio, Roberto Azevedo, garantirà un aumento delle esportazioni globali di mille miliardi di dollari.

Il trattato prevede la standardizzazione e la velocizzazione dei processi doganali nei vari Paesi firmatari, più di 110.

“Nella storia del Wto è il più grande accordo mai raggiunto”, aveva detto Azevedo a Reuters qualche settimana fa in attesa delle ultime adesioni; i maggiori vantaggi dovrebbero localizzarsi nei Paesi più poveri, nei quali le procedure doganali si rivelano più lente e farraginose. “Ci sono stime” che dicono che “una volta reso esecutivo” il Tfa “potrebbe avere un impatto intorno ai 2,7 punti percentuali sull’espansione del commercio globale ogni anno fino al, diciamo, 2030”, aveva aggiunto Azevedo.

Stime del Wto diffuse nell’ottobre 2015 avevano parlato addirittura di un incremento annuale dei commerci globali per 3.600 miliardi di dollari.

Il trattato, come detto, non riguarda il livello dei dazi o degli standard produttivi (come il contestato Ttip) bensì gli standard per il passaggio delle merci ai confini. Nelle intenzioni dei promotori, le nuove regole renderanno meno caro e più veloce il controllo doganale con il quale il “cliente non avrà quasi più alcun contatto”, aveva detto Azevedo, con risultati positivi per la lotta alla corruzione, che si annida anche nelle dogane.

Anche la Commissione europea ha salutato con favore la ratifica di questo trattato, elaborato nel corso della Conferenza del Wto a Bali nel 2013.

Il Tfa garantirà “migliori procedure al confine e flussi di scambio più veloci e lisci rivitalizzeranno il commercio globale per il beneficio dei cittadini e delle imprese in tutte le parti del mondo”, ha detto la commissaria Ue al Commercio, Cecilia Malmström. L’implementazione del trattato richiederà, comunque, ancora diverso tempo.