Commercio: Scajola, libero scambio Euromediterranea entro il 2012

25 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “L’obiettivo è ambizioso ma raggiungibile, è quello della creazione di un’area di libero scambio Euromediterranea, di pace e di prosperità condivisa, allargata a 600 milioni di abitanti, entro il 2012”. Lo ha dichiarto il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, intervenendo al forum economico del Mediterraneo. “I rapporti dell’Italia con i vostri Paesi rappresentano, per tradizione storicopolitica ed affinità culturali, una naturale priorità del Governo Berlusconi, anche nella convinzione di un necessario riequilibrio verso sud dell’asse dell’Unione Europea. Ha ricordato il ministro rivolgendosi ai rappresentanti dei paesi dell’area del Mediterraneo. “L’Italia, in veste di principale partner economico-commerciale della regione, sente il dovere politico e morale di favorire l’integrazione tra la sponda Nord e quella Sud del Mediterraneo. Siamo difatti convinti, lo sottolineo ancora una volta, che il Mare Nostrum non rappresenti soltanto il nostro comune passato, ma anche il nostro comune futuro, consapevoli, come siamo, che la pace si fonda sul benessere dei popoli, per un destino condiviso.” ha detto Scajola