Commercio Estero, Urso “con boom export si rafforza ripresa”

18 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – E’ un dato molto positivo quello di marzo, con una crescita record per le nostre esportazioni, con un andamento più marcato, per la prima volta, nel mercato comunitario rispetto a quello extra Ue. E’ quanto ha dichiarato Adolfo Urso, Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero commentando i dati Istat diffusi oggi, sottolineando “la macchina dell’export si e’ pienamente messa in moto e andrà ancora meglio in aprile per la graduale riduzione dell’euro. Ora bisogna puntare tutto sul sostegno all’export perché è la sola voce che cresce nell’economia italiana”. “Anche il forte import – ha proseguito Urso – e’ un buon segnale perché il nostro è un paese trasformatore di materie prime quindi se aumenta l’import vuol dire che l’industria italiana ha ricominciato a produrre. Semmai quello a cui bisogna porre attenzione e’ che la crescita dell’export va a beneficio del centro nord dove si concentra il 90% delle nostre esportazioni, occorre quindi pensare ad una politica di sviluppo e di sostegno per il sud, che resta indietro”. Il Vice Ministro Urso segnala che la ripresa a marzo si e’ registrata verso i nostri principali partner europei: Germania (+14,8%), Francia (+20,2%), Spagna (+25,5%), Gran Bretagna (+52,4%) e che sul fronte dei mercati emergenti appare decisiva la missione di sistema in Cina con Confindustria, ICE e Abi che si svolgerà dal 30 maggio al 4 giugno con centinaia di imprese italiane. “Il primo trimestre 2010 – ha concluso Urso – fa segnare una crescita complessiva delle nostre esportazioni del 9,2% rispetto al primo trimestre dello scorso anno, un dato che dà una chiara idea della forte accelerazione delle attività commerciali nel breve periodo e che avrà certamente un impatto positivo anche sul PIL, infatti l’export sta crescendo ad un ritmo doppio rispetto alle nostre previsioni”.