Come investono la ricchezza i risparmiatori americani?

8 Novembre 2022, di Leopoldo Gasbarro

Denaro che hai, investimenti che fai. Nello specifico, più  ricchezza possiedi, più investi in azioni. O almeno, è quel che accade in Usa.

Proprio come la ricchezza delle famiglie varia notevolmente tra la popolazione, anche la composizione di tale ricchezza cambia. Il grafico sotto mostra molto chiaramente i comportamenti dei risparmiatori e le loro scelte d’investimento. Evidentemente hanno un ruolo e un peso le diverse competenze (in termini di educazione finanziaria), proporzionali al livello di ricchezza. Lo studio fa riferimento al mercato americano e ci permette di confrontare tre stili diversi d’investimento, dettati dalla quantità di denaro gestita.

Reddito medio: la casa è dove si trova la ricchezza

Non sorprende che la casa principale sia la pietra angolare del patrimonio netto per la maggior parte degli americani della classe media. Per le famiglie che rientrano in questo ampio intervallo (da  0 a  471.000  dollari di patrimonio netto) la combinazione di conti abitativi e pensionistici costituisce in media quasi l’80% della ricchezza totale.

Asset come azioni e fondi comuni di investimento costituiscono solo circa il 4% della ricchezza in questa fascia di reddito, rispecchiando in parte la tendenza alla minore partecipazione al mercato azionario negli ultimi anni. Man mano che saliamo la scala del reddito, tuttavia, questa situazione cambia.

Reddito superiore: un portafoglio diversificato

Se una famiglia ha un patrimonio netto compreso tra 471.000 e 10,2 milioni di dollari (il 20% delle famiglie più ricche degli Stati Uniti), l’investimento immobiliare costituisce la parte più piccola della ricchezza.

Al contrario, vediamo un mix più elevato di attività finanziarie come azioni e fondi comuni di investimento. Quasi la metà delle famiglie di questo gruppo possiede, comunque, immobili oltre alla residenza principale.

Man mano che le famiglie diventano più ricche, le attività liquide sono inferiori rispetto alle altre componenti del patrimonio netto.

L’1% più ricco: il rigonfiamento del patrimonio aziendale

Nell’1% più ricco delle famiglie, la residenza principale rappresenta solo il 7,6% del patrimonio. In questo gruppo-patrimoniale, quasi la metà del patrimonio rientra nella categoria del patrimonio d’impresa e degli immobili.

Un ottimo esempio di questo è Jeff Bezos. La maggior parte del suo patrimonio netto proviene dalla sua azienda: Amazon. Un altro esempio è l’ex presidente Usa Donald Trump, il cui vasto impero immobiliare comprende due terzi del suo patrimonio netto stimato di 3,1 miliardi di dollari.

Una delle caratteristiche più importanti della fascia ultra ricca è un livello molto più elevato di proprietà di attività finanziarie. In effetti, l’1% più ricco delle famiglie possiede oltre il 40% delle azioni.

Ma perché i ricchi investono così tanto sui mercati azionari? La risposta è nel grafico sotto, che rappresenta l’indice di borsa americano S&P 500. I più ricchi sanno bene come e quanto funzionano i mercati finanziari.