COHEN (GOLDMAN) MENO AZIONI IN PORTAFOGLIO

28 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Abby Joseph Cohen, stock strategist della Goldman Sachs, una delle voci piu’ ascoltate a Wall Street, ha ghiacciato stamattina i gestori professionali delle banche d’affari diffondendo di conseguenza forti timori in milioni di investitori privati, annunciando di avere modificato il proprio portafoglio di investimento.

La Cohen ha ridotto del 5% l’esposizione in azioni, dal precedente 70% al 65%. La stessa quota (5%) viene girata a cash, voce che prima non era presente nella gestione di portafoglio della ‘guru’ americana.

Per il resto Abby Cohen consiglia il 27% investito in reddito fisso, e il 3% in commodities.

E’ la prima volta da anni che la stock strategist della Goldman Sachs modifica al ribasso il proprio portafoglio azionario. La sua e’ stata una delle piu’ autorevoli voci rialziste in tutta la fase Toro a Wall Street, in atto dal lontano 1991.

Immediata reazione negativa alla borsa di New York: i futures sugli indici di borsa sono in forte ribasso, mentre mezz’ora fa erano nettamente positivi.

I contratti sullo S&P 500 perdono 7,50 punti, quelli sul Dow Jones sono in calo di 44 punti e i contratti sull’indice Nasdaq Composite sono in discesa di 16 punti.