Cnbc flop: la rete televisiva del business in forte crisi

2 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Cnbc, il canale televisivo dedicato ai mercati e alla finanza – in Italia l’omologa rete Class Cnbc fa capo al gruppo Class Editori/Milano Finanza – è in crisi. Lo confermano chiaramente i rating di Nielsen, da cui si rileva il crollo dell’audience di alcune trasmissioni di punta.

Dall’aprile del 2011 all’aprile del 2012, “Squawk Box”, il programma della mattina dove viene commentata dal vivo la performance dei mercati a partire dall’andamento dei futures Usa, ha registrato un calo dell’audience di -16% e di -29% nell’importante fascia demografica di telespettatori tra i 25 e i 54 anni verso cui è rivolta gran parte della pubblicità. Martedi’ scorso 24 febbraio “Squawk Box” ha testato il livello più basso di audience del 2012: appena 99.000 telespettatori in tutti gli Stati Uniti.

Qual è la ragione? Americani stufi di ascoltare notizie di finanza? Molti osservatori del settore tv mettono in relazione il crollo di Cnbc su numeri di ascolto infimi (su una popolazione Usa di 320 milioni di persone) sia con la stanchezza del pubblico americano dovuta alle notizie sempre negative per via della grande recessione (dal 2008 in poi) sia con la poca credibilita’ del network che continua a dare spazio ad analisti e personaggi di Wall Street interessati per lo piu’ a “spingere” i propri prodotti bancari e finanziari e a dare “raccomandazioni” (buy) senza assolutamente difendere o pensare agli investitori. Mancanza di neutralita’, insomma.

Neanche la new entry in “Squawk Box” di Andrew Ross Sorkin, autore del best seller del New York Times Dealbook “Too Big to fail”, ha portato il successo sperato o un qualche miglioramento dei rating. Tutt’altro. “Si parla molto del fatto che Andrew non sta dando quanto Cnbc sperava portasse, ovvero qualche scoop”, commenta una fonte dell’ambiente Tv di New York. Anzi: il programma e’ in calo di audience per il terzo trimestre consecutivo.

“I personaggi piu’ famosi di Cnbc sono diventati degli enormi flop”, ha commentato un manager (rigidamente anonimo) che lavora nel network. Pollice verso e audience a picco anche per la trasmissione “Closing bell” in onda alla chiusura di Wall Street, che vede come anchor il volto forse piu’ noto del network di business e finanza, Maria Bartiromo, soprannominata “Money Honey”. Cnbc e’ controllata al 100% da Nbc, posseduta a sua volta al 100% dalla conglomerata General Electric.