Citrix System, nel primo trimestre, utile e ricavi in salita

6 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Citrix Systems Inc.ha annunciato i risultati finanziari relativi al primo trimestre dell’esercizio 2010 conclusosi il 31 marzo 2010. Lo si legge in una nota. Nel primo trimestre dell’esercizio 2010 Citrix ha totalizzato un fatturato di 414 milioni di dollari registrando un incremento del 12% rispetto ai 369 milioni del primo trimestre dell’esercizio 2009. Nel primo trimestre dell’esercizio 2010 è stato pari a 47 milioni di dollari, ovvero 0,25 dollari per azione diluita, contro i 7 milioni o 0,04 dollari per azione diluita dello stesso trimestre dell’esercizio precedente. L’utile netto non-GAAP del primo trimestre dell’esercizio 2010 è stato pari a 75 milioni di dollari, ovvero 0,40 dollari per azione diluita, rispetto ai 59 milioni di dollari, o 0,32 dollari per azione diluita dello stesso trimestre dell’esercizio precedente. L’utile netto non-GAAP esclude gli effetti dell’ammortamento di beni immateriali inerenti principalmente operazioni di fusione e acquisizione, costi e spese per compensi azionari registrati in occasione del programma di ristrutturazione attuato dalla Società nel gennaio 2009 e i relativi effetti fiscali. “Sono soddisfatto dei buoni risultati del primo trimestre”, ha dichiarato Mark Templeton, Presidente e Chief Executive Officer di Citrix. “I mercati strategici, ovvero virtualizzazione, networking e collaborazione, hanno fatto segnare performance ottime; inoltre, la buona gestione delle attività ha generato solidi aumenti nel fatturato e nella redditività. Il mondo IT sta passando dall’informatica distribuita all’informatica virtuale: un contesto in cui Citrix sa essere ogni giorno più strategica con i propri clienti”. Oltre ai risultati finanziari trimestrali, Citrix ha reso nota la decisione del Board of Directors di autorizzare il riacquisto di 400 milioni di dollari di azioni proprie. Al 31 marzo 2010 restavano dalle precedenti autorizzazioni 58 milioni di dollari. Nel secondo trimestre 2010 che si concluderà il 30 giugno 2010, il management Citrix prevede di raggiungere i seguenti risultati: Il fatturato netto dovrebbe oscillare tra i 430 e i 440 milioni di dollari; I ricavi da interessi dovrebbero oscillare fa i 3 e i 4 milioni di dollari; Il valore della media pesata di azioni oscillerà fra i 190 e i 192 milioni di azioni; L’utile per azione diluita GAAP dovrebbe attestarsi fra 0,28 e 0,29 dollari. L’utile per azione diluita non-GAAP dovrebbe oscillare fra 0,44 e 0,45 dollari, escludendo 0,08 dollari per gli effetti dell’ammortamento di beni immateriali principalmente legati alle operazioni di fusione e acquisizione, 0,14 dollari per gli effetti dei compensi di natura azionaria e del programma di ristrutturazione del 2009, e -0,05/-0,07 dollari per le conseguenze della differenza fra aliquote di imposta ed effetti di imposta GAAP e non-GAAP. Le previsioni di Citrix per l’esercizio 2010 che si concluderà il 31 dicembre 2010 sono le seguenti: Il fatturato netto dovrebbe oscillare tra 1,765 miliardi e 1,78 miliardi di dollari; Il margine operativo non-GAAP è destinato ad aumentare di 100 punti base rispetto ai valori registrati lo scorso anno, senza considerare gli effetti prodotti dall’ammortamento di beni immateriali principalmente legati alle operazioni di fusione e acquisizione, ai compensi di natura azionaria, e alle modifiche apportate con il programma di ristrutturazione del 2009; I ricavi da interessi dovrebbero oscillare fra i 16 e i 19 milioni di dollari; L’utile per azione diluita GAAP dovrebbe attestarsi fra 1,29 e 1,34 dollari. L’utile per azione diluita non-GAAP dovrebbe oscillare fra 1,88 e 1,91 dollari, escludendo 0,33 dollari per gli effetti dell’ammortamento di beni immateriali principalmente legati alle operazioni di fusione e acquisizione, 0,52 dollari per gli effetti dei compensi di natura azionaria e del programma di ristrutturazione del 2009 e -0,23/-0,30 dollari per le conseguenze della differenza fra aliquote di imposta ed effetti di imposta GAAP e non-GAAP.