CITIGROUP: GESTORE PORTAFOGLIO LASCIA PER DROGA

22 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Marc Weill, capo della divisione investimenti di Citigroup (C) e figlio di Sanford Weill, amministratore delegato della principale banca commerciale americana, ha deciso di lasciare il suo incarico, retribuito $2 milioni l’anno.

La ragione per cui Marc Weill ha lasciato Citigroup, pero’, non ha nulla a che fare con la sua performance, dice oggi il Wall Street Journal.

Il portafoglio di $113 miliardi gestito dal giovane Weill (44 anni) ha infatti registrato durante il primo trimestre di quest’anno utili di $634 milioni, contro i $90 milioni dell’anno scorso, ammontando al 17,5% degli utili totali di Citigroup.

Secondo indiscrezioni Marc Weill avrebbe piuttosto chiesto qualche mese di permesso per disintossicarsi dalla dipendenza alla cocaina che nell’ultimo anno gli ha creato alcuni problemi di comportamento sul lavoro.

La tossicodipendenza di Marc Weill – che faceva anche parte del gruppo di 19 membri che stabiliscono le strategie aziendali di Citigroup – era cosa nota alle alte sfere del gruppo.

Pertanto nessuno dei membri del consiglio di amministrazione ha chiesto alcuna spiegazione all’annuncio dell’aministratore delegato Sanford Weill che William Heyman e Dave Tyson avrebbero diviso temporaneamente le responsabilita’ della divisione investimenti al posto del figlio.