Citigroup cancella 4.500 posti di lavoro, ricavi anemici

7 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – L’amministratore delegato di Citigroup Vikram Pandit ridurra’ di 4.500 unita’ il personale della banca nei prossimi trimestri, nell’ambito di una strategia di riduzione dei costi.

A mettere l’istituto newyorchese nella posizione di dover prendere questa difficile scelta, il fatturato in forte calo e le condizioni di mercato “senza precedenti”. L’istituto di credito dovra’ quindi far fronte a circa $400 milioni di penale pretasse legata ai licenziamenti nel quarto trimestre.

Lo ha annunciato ieri sera Pandit durante una conferenza con gli investitori tenuta nella citta’ orientale dello stato di New York, nello stesso giorno in cui Lehman Brothers entra nell’ultima fase dell’amministrazione controllata, tre anni dopo il crack che ha messo in ginocchio l’economia americana.

Citigroup, la terza maggiore banca in Usa per numero di asset, dava lavoro a 267.000 persone fino al 30 settembre.