CIR: Sorgenia, ricavi in lieve aumento, utile netto raddoppiato

29 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Consiglio di Amministrazione di Sorgenia SpA, società controllata dal gruppo CIR e partecipata dall’operatore austriaco Verbund, si è riunito oggi sotto la presidenza di Rodolfo De Benedetti e ha esaminato i risultati del primo semestre del 2010. Lo si legge in una nota. Sorgenia ha chiuso il primo semestre del 2010 con un utile netto di 55,9 milioni di euro contro 26,5 milioni di euro nei primi sei mesi del 2009. La crescita rispetto al dato dello scorso anno è legata a un credito fiscale per gli investimenti in nuova capacità produttiva effettuati dalla società. I ricavi sono stati pari a 1.281,2 milioni di euro, in leggera crescita rispetto a 1.244,2 milioni di euro nel primo semestre del 2009, con un aumento dei volumi che ha compensato la riduzione dei prezzi unitari dei prodotti energetici. Il margine operativo lordo (EBITDA), pari a 65,3 milioni di euro (82,5 milioni di euro nel primo semestre 2009), nonostante il recupero registrato nel secondo trimestre (in crescita rispetto all’analogo periodo dello scorso anno), ha risentito nel semestre della forte riduzione dei margini gas, degli alti costi di congestione sulla rete elettrica nazionale e di un evento straordinario rappresentato da un guasto alla centrale di Termoli (Campobasso), che ha ripreso a funzionare normalmente solo a fine marzo. In assenza di tali fenomeni, l’EBITDA sarebbe stato almeno in linea con quello del primo semestre dello scorso esercizio. L’indebitamento finanziario netto consolidato al 30 giugno 2010 era pari a 1.673,2 milioni di euro rispetto a 1.520,6 milioni di euro al 31 marzo 2010. La variazione nel trimestre è riconducibile principalmente agli investimenti in nuova capacità produttiva, in particolare nella generazione termoelettrica. Nel corso del primo semestre, la società ha esteso dal 2012 al 2015 la durata di due finanziamenti in pool siglati nel 2007 per complessivi 805 milioni di euro, migliorando ulteriormente la propria struttura finanziaria. I dipendenti del gruppo al 30 giugno 2010 erano 409 (380 al 31 dicembre 2009).