Cina: Sacconi, collaborazione ha bisogno di regole

4 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “La collaborazione tra Italia e Cina ha bisogno di specifiche regolazioni per superare le barriere tariffarie e le reciproche contestazioni sui profili di concorrenza sleale, le barriere di carattere regolatorio e garantire il reciproco rispetto della proprietà intellettuale, che merita completa tutela”. Questo è quanto detto oggi dal ministro del lavoro, Maurizio Sacconi, durante la missione economica italiana in Cina. “I temi della collaborazione fra Italia e Cina devono essere quelli della complementarietà e reciprocità, ha aggiunto Sacconi.