Cina: ingorgo mostruoso, 10000 camion bloccati a nord di Pechino

2 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Ha superato i cento chilometri la coda di camion a nord di Pechino che tiene bloccati oltre 10.000 automezzi dallo scorso 28 agosto. La coda si era formata sull’autostrada 110 che collega la capitale alla provincia della Mongolia Interna, nel nord della Cina, pochi giorni dopo che un altro ingorgo aveva bloccato il traffico sull’autostrada per 11 giorni, con mezzi incolonnati per 100 chilometri. Secondo la televisione cinese il nuovo maxi ingorgo avrebbe oggi raggiunto un nuovo record, mettendo i camion in coda per 120 chilometri.

La maggior parte dei mezzi bloccati trasporta carbone. Secondo i responsabili cinesi, le code si formano a causa dei lavori di rinnovamento in corso sull’autostrada, che proseguiranno almeno fino alla fine di settembre. Gli autisti dei camion bloccati nelle code attribuiscono invece l’improvviso
aumento del già intenso traffico sull’autostrada 110 al boom del trasporto di carbone dalla Mongolia Interna alla capitale. Un fenomeno nato dopo la chiusura forzata di una serie di miniere illegali nella provincia dello Shanxi, più vicina a Pechino, ritenute troppo pericolose.