Cina: fondo sovrano taglia esposizione ai bond europei

7 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il fondo sovrano cinese, il China Investment Corp (CIC), ha tagliato i suoi investimenti azionari e obbligazionari in Europa per via del rischio di un collasso della zona euro, ha detto il presidente del fondo in un’intervista al Wall street journal pubblicata oggi.

Lou Jiwei ha detto che è improbabile che la Cina acquisti eurobond, se questi dovessero essere emessi nell’ambito del tentativo di risoluzione della crisi del debito dell’Europa, perché “il rischio è troppo alto e il ritorno troppo basso”.

“C’è il rischio che l’Eurozona possa collassare e il rischio sta aumentando”, ha osservato Lou.

Lou non ha spiegato di quanto il fondo, che gestisce asset per circa 410 miliardi di dollari, abbia ridotto i suoi investimenti europei ma, secondo il quotidiano, il presidente ha detto che il Cic ha ridimensionato l’esposizione sui mercati europei degli asset pubblici.

Il tutto mentre lo shopping delle aziende cinesi nei mercati piu’ promettenti non si placa.

Lou ha aggiunto che il fondo sta continuando ad investire in Europa attraverso fondi di private equity e partecipazioni dirette, comprese quelle nelle imprese di infrastrutture.

Il manager ha aggiunto che l’appetito per gli eventuali Eurobond di nuova emissione, ancora in fase embrionale e lontani dal diventare realta’ per via della ferma opposizione della Germania.