Cina declassa l’Italia, outlook negativo

11 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Rating sul debito pubblico italiano sotto osservazione per possibile declassamento. Lo ha deciso l’agenzia di rating Dagong. Costituita in Cina, la Dagong rappresenta oggi la quarta potenza mondiale del settore del rating, dopo le tre anglosassoni: Moody’s, S&P e Fitch. Il rating assegnato dalla Dagong al debito pubblico italiano e’ A-, l’Outlook e’ Negativo dal giugno del 2010, oggi il rating e’ passato nella lista di sorveglianza per un eventuale downgrading. ”Ogni anno il fabbisogno pubblico dell’Italia e’ enorme, anche a causa del peso crescente dei costi di finanziamento del debito”, scrive l’agenzia di rating. Stamattina il costo del finanziamento di nuovo debito italiano a dieci anni e’ salito oltre il 5,35% annuo, all’inizio del 2011 si viaggiava a quota 4,75%-4,80%. La Dagong e’ l’unica agenzia di rating che ha gia’ declassato il debito pubblico Usa da AA ad A+.