Cina alza ancora riserva obbligatoria banche

10 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ennesima mossa restrittiva della Cina. La Reserve Bank of China ha deciso infatti di aumentare ancora di 50 punti base la ratio di riserva obbligatoria delle banche commerciali. Si tratta del sesto incremento consecutivo del 2010. L’ultimo ritocco all’insù era stato dato “solo” lo scorso 19 novembre. La mossa sarà effettiva a partire dal prossimo 20 dicembre. A questo punto sembra chiaro che le autorità di politica monetaria del Dragone sono alle strette: l’economia continua a galoppare, l’inflazione è a livelli molto alti e il mercato immobiliare rischia il collasso. Crescono dunque le probabilità che la banca centrale intervenga con una stretta monetaria molto presto. Rumors di stampa parlano addirittura di questo fine settimana, e comunque dopo la diffusione del dato sui prezzi al consumo, che il consensus indica in accelerazione a novembre al 4,6% dal 4,4% di ottobre. Il PCI, inizialmente previsto per lunedì, è stato anticipato a sabato con un pretesto alquanto nebuloso. A questo punto i riflettori cominciano a spostarsi ad Oriente.