Cig: Inps, autorizzate solo metà ore autorizzate, tiraggio al 52,9%

14 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Diminuisce il tiraggio della cassa integrazione (CIG). A fronte dell’aumento delle richieste di ore autorizzate di CIG, sono solo poco più della metà quelle che sono state fin qui utilizzate, si legge in una nota dell’Inps. Il dato del cosiddetto “tiraggio” è disponibile per i primi tre mesi del 2010 (gennaio-marzo). Nel primo bimestre era di poco superiore al 60%; nel trimestre è calato al 52,9%. Vale a dire che dei 300 milioni di ore di CIG autorizzate tra gennaio e marzo 2010, solo 158 milioni sono state effettivamente utilizzate dalle imprese. “Con i nostri dati monitoriamo la temperatura della crisi, ma non vogliamo azzardare valutazioni semplicistiche – dichiara il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua – i dati di fatto tuttavia dimostrano che la propensione a usare la CIG richiesta è scesa di circa 8-9 punti percentuali in un mese. E coincidono quindi con l’incremento della produzione segnalato da altre fonti autorevoli”. Il basso “tiraggio” della CIG di quest’anno si confronta con un modesto tiraggio medio registrato già nello scorso anno: il 64,4%, contro il 76,4% del 2008. Nel caso della cassa integrazione ordinaria (CIGO) il tiraggio 2010 si è fermato addirittura al 42,5%, e al 59,6% per la cassa integrazione straordinaria (CIGS), rispettivamente contro un tiraggio del 60,1% per la CIGO del 2009 (68,2% nel 2008) e un tiraggio del 71,7% per la cigs del 2009 (era 84,4% nel 2008).