CHIP: VENDITE GLOBALI IN CALO DEL 6,9% IN FEB.

3 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Cattive notizie per il settore dei semiconduttori. Secondo l’ultimo rapporto mensile della Semiconductor Industry Association (SIA), le vendite globali in febbraio si sono ridotte del 6,9% rispetto ai $16,63 miliardi di gennaio.

Una flessione che il presidente della SIA, George Scalise, addebita alle scorte invendute da parte delle imprese e, piu’ in generale, alle condizioni di debolezza dell’economia americana.

Con riferimento alle singole aree geografiche, il declino maggiore ha interessato il mercato americano. Le vendite di chip e semiconduttori nel mercato USA e canadese sono diminuite del 7,3%. Piu’ contenuta la flessione in Europa (-6,3%) e in Giappone (-6,8%).

Le indicazioni che arrivano dal rapporto della SIA non sono pero’ tutte negative. In febbraio il giro d’affari del settore semiconduttori e’ aumentato del 5,8% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, attestandosi a $15,49 miliardi, contro i $14,64 miliardi del febbraio del 2000.

Wall Street, nonostante la giornata disastrosa per gli indici, ha accolto in maniera cauta il rapporto della SIA.

Il Philadelphia Semiconductor Index perde oltre l’1%, nonostante il Nasdaq perda oltre il 5%.