CHIP: VENDITE GLOBALI +3,1% RISPETTO A MARZO

31 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

La Semiconductor Industry Association, associazione dell’industria dei semiconduttori, ha annunciato che le vendite globali nel mondo di semiconduttori ad aprile hanno totalizzato
$11,07 miliardi, in crescita del 3,1% dai $10,73 miliardi di marzo, trainate in particolare da un aumento delle vendite nel settore wireless.

“Le vendite di semiconduttori in aprile hanno continuato a registrare una solida crescita come accaduto nel primo trimestre dell’anno, un altro segno evidente che l’industria sta risalendo la china dal rallentamento del 2001 – ha dichiarato George Scalise, presidente della SIA – ci aspettiamo che la crescita registrata nella prima parte dell’anno prosegua per la restante parte del 2002.”

Le vendite globali di chip sono calate del 19,4% su base annuale (rispetto all’aprile dello scorso anno), e anche questo e’ un dato positivo in quanto si tratta del ribasso piu’ piccolo dal giugno dello scorso anno, un risultato che segnala che la domanda si sta riprendendo dalla crisi del 2001.

Scompniamo i dati in base ai paesi.

Ad aprile, le vendite di semiconduttori nelle Americhe sono cresciute dello 0,2% a $2,62 milairdi dai $2,61 miliardi di marzo, mentre in Europa sono salite dell’1,1% a $2,28 miliardi dai $2,26 miliardi di marzo.

Le vendite di semiconduttori in Giappone sono aumentate in aprile del 4,4% a $2,2 miliardi dai $2,11 miliardi di marzo, e le vendite nella regione asiatica del pacifico sono cresciute del 5,7% a $3,97 miliardi dai $3,76 miliardi di marzo.

Su base annuale, le vendite di semiconduttori nelle Americhe sono scese in aprile del 30,5% a $2,62 miliardi dai $3, 76 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno, mentre le vednite in Europa sono calate del 25,8% a $2,28 miliardi dai $3,08 miliardi.

Le vendite di semiconduttori in Giappone sono scese in aprile del 34,5% a $2,2 milairdi dai $3,36 miliardi dell’aprile 2001, mentre le vendite nell’aerea asiatica del pacifico sono cresciute del 12,1% a $3,97 miliardi dai $3,54 miliardi di un anno fa.