CHIP: LA SCURE DI MERRILL SULLE INFRASTRUTTURE

9 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

La banca d’affari Merrill Lynch ha tagliato rating, stime sulla spesa in conto capitale per il 2003, previsioni sulle vendite per il 2003 e in alcuni casi per il 2002 di 13 societa’ di infrastrutture per i semiconduttori, ritenendo che la possibilita’ di una pausa per gli ordini di chip nella seconda meta’ del 2002 e’ significamente aumentata nelle ultime settimane.

La stima sulla spesa in conto capitale per il 2003 per le societa’ del settore e’ stata ridotta al 20%-25% rispetto alla precedente previsione del 30%.

La banca d’affari ha quindi tagliato il giudizio da ‘strong buy’ a ‘buy’ sul breve termine di: Applied Materials (AMAT – Nasdaq), KLA-Tencor (KLAC – Nasdaq), Lam Research (LRCX – Nasdaq), Novellus (NVLS – Nasdaq), MKS Instruments (MKSI – Nasdaq), Entegris (ENTG – Nasdaq),
Asyst Technologies
(ASYT – Nasdaq)e Veeco Instruments (VECO – Nasdaq).

Ha tagliato il giudizio sul breve termine da ‘buy’ a ‘neutral’ di Advanced Energy Industries (AEIS – Nasdaq), Therma-Wave Inc (TWAV – Nasdaq), Ultratech Stepper (UTEK – Nasdaq).

Ha poi ridotto il giudizio sul lungo termine da ‘strong buy’ a ‘buy’ di DuPont Photomasks (DPMI – Nasdaq) e tagliato da ‘strong buy’ a ‘neutral’ sul breve termine e da ‘strong buy’ a ‘buy’ sul breve i rating su EMCORE (EMKR – Nasdaq).

Per i semiconduttori, Merrill prevede che il fatturato del trimestre che chiude a giugno sara’ in calo mediamente del 5% rispetto ad un anno fa e in ribasso del 2% dal precedente trimestre.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA