CHIP: BOOK-TO-BILL IN RIALZO PER 9° MESE DI FILA

19 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

A maggio la media trimestrale di nuovi ordini per le società nord-americane produttrici di infrastrutture per i semiconduttori è salita a $1,084 miliardi, contro i $995,6 milioni di un mese fa (dato rivisto) e i $723 milioni di maggio 2001.

Il book-to-bill ratio, il rapporto tra i nuovi ordini e le vendite fatturate in un dato periodo, è salito a 1,26. Questo significa che per ogni $100 di prodotti venduti a maggio, ci sono stati $126 di nuovi ordini.

Lo ha reso noto la Semiconductor Equipment and Materials International (SEMI).

Il dato è superiore sia a quello di aprile, quando il book to bill era stato di 1,22, sia alle stime della banca d’affari Prudential, che aveva previsto un valore di 1,23.

La media trimestrale del fatturato è anch’essa in crescita, a $861,7 milioni dagli $814,6 milioni di aprile ($797,6 milioni in marzo), rendendo quindi ancora più significativa la crescita del book to bill (un calo del fatturato, a parita di nuovi ordini, comporterebbe una crescita del book-to-bill, ma costituirebbe un evento negativo).

Il dato, positivo, contrasta con il ‘warning’ di Advanced Micro Devices (AMD – Nyse), lanciato martedì dopo la chiusura dei mercati americani.

Mese

Fatturate
(billings) – media trimestrale – mln $

Nuovi
ordini (bookings) – media trimestrale – mln $

Book-to-Bill

Dicembre 2001

819,3

628,5

0,77

Gennaio 2002

799,9

645,2

0,81

Febbraio 2002

818,0

737,2

0,90

Marzo 2002

797,6

835,9

1,05

Aprile 2002

814,6

995,6

1,22

Maggio 2002

861,7

1.084,0

1,26