Cementir, trimestre chiude in rosso

10 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Cementir chiude il primo trimestre con un risultato ante imposte negativo per 10,9 milioni di euro (era positivo per 0,4 milioni di euro al 31 marzo 2009). I ricavi si attestano a 157,7 milioni di euro (188,7 milioni di euro al 31 marzo 2009), il margine operativo lordo a 9,7 milioni di euro (22,2 milioni al 31 marzo 2009) e il reddito operativo a -11 milioni di euro (2 milioni di euro al 31 marzo 2009). La riduzione dei ricavi è dovuta, come detto, oltre che da un inverno eccezionalmente rigido in Europa, anche da una persistente debolezza della domanda che ha interessato tutte le principali economie industrializzate, causando una contrazione dei volumi di vendita in tutti i settori produttivi. Le attività hanno subito una flessione in tutte le principali aree in cui opera il Gruppo (Paesi Scandinavi, Turchia, Italia) ad eccezione dell’Egitto, dove si sono rilevati consistenti aumenti dei ricavi, grazie anche al recente incremento della capacità produttiva. La posizione finanziaria netta è negativa per 386,2 milioni di euro, rispetto ai 381,3 milioni al 31 dicembre 2009. Cauto l’outlook. La società conferma che resta elevata l’incertezza sull’evoluzione della congiuntura internazionale. La ripresa delle vendite di cemento e calcestruzzo registrata in aprile fa prevedere uno scenario meno negativo di quello registrato nel primo trimestre del 2010. Tuttavia il contesto economico internazionale fortemente incerto induce a ritenere che per il resto dell’anno i risultati operativi rifletteranno le difficili condizioni dei mercati.