Cdp: Giacomoni (FI), Buone notizie su ‘Patrimonio Rilancio’ e sul Fondo sovrano

30 Luglio 2020, di Redazione Wall Street Italia

Il decreto attuativo per il varo di “Patrimonio Rilancio”, il fondo patrimoniale di Cassa Depositi e Prestiti destinato a sostenere le imprese italiane colpite dalla crisi determinata dall’emergenza coronavirus, è sostanzialmente pronto. Lo ha confermato il direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera in Commissione Finanze, sollecitato da una domanda posta da Sestino Giacomoni, presidente della Commissione di Vigilanza su CDP e membro del coordinamento nazionale di Forza Italia.

“Con il decreto attuativo diventerà realtà anche l’emendamento di Forza Italia, a mia prima firma, approvato durante l’esame del decreto rilancio, con cui abbiamo consentito anche ai risparmiatori privati di far confluire i loro risparmi sullo stesso conto di ‘Patrimonio destinato’ per poter così sostenere direttamente le nostre imprese. Il direttore Rivera ha anche confermato di vedere bene l’ipotesi di un patto pubblico-privato per la ripresa” ha dichiarato Giacomoni in una nota in cui ha riafferma la sua volontà di continuare a battersi “per l’istituzione di un fondo sovrano italiano, gestito da Cdp, con il coinvolgimento delle Sgr italiane, in cui oltre al patrimonio destinato e al risparmio privato possano confluire anche una parte delle risorse previste dal Recovery Fund. Anche perché, come ha detto il direttore generale del Ministero dell’economia, <<il fondo sovrano è un passaggio complesso, ma non astrattamente impossibile>>. E siccome noi di Forza Italia siamo degli inguaribili ottimisti e guardiamo al futuro, siamo convinti che, attraverso un fondo sovrano, alimentato in parte dal Recovery Fund e dal risparmio privato, possiamo tutti insieme salvare il nostro sistema produttivo e quindi il Paese”.