CDC, nel 2009 cresce l’utile netto, scendono i ricavi

11 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di CDC S.p.A., società quotata su Borsa Italiana, tra i principali operatori italiani nel settore della distribuzione di Information Technology, ha approvato il progetto di bilancio civilistico e consolidato relativo all’esercizio 2009. L’utile ante imposte consolidato 2009 pari a 1,6 milioni di euro (0,5% dei ricavi di vendita), in riduzione rispetto ai 2,6 milioni di euro registrati nel 2008 (0,7% dei ricavi di vendita). Dopo le imposte pari a 0,9 milioni di euro (rispetto ai 2,2 milioni di euro nel 2007), il risultato netto consolidato 2009 registra un utile di 652 migliaia di euro, rispetto ai 365 migliaia di euro del 2008. I ricavi consolidati 2009 pari a 318,4 milioni di euro, in flessione del 15% rispetto ai 375,4 milioni di euro del 2008. Margine operativo lordo (Ebitda) consolidato 2009 pari a 7,5 milioni di euro (2,4% dei ricavi), in flessione in valore assoluto (]32%) rispetto agli 11,0 milioni di euro (2,9% dei ricavi) realizzati nel 2008. Dopo accantonamenti e svalutazioni pari a 1,5 milioni di euro (rispetto ai 1,2 milioni di euro nel 2008), il Reddito Operativo (Ebit) consolidato 2009 è positivo per 2,8 milioni di euro (0,9% dei ricavi), in riduzione rispetto ai circa 6,0 milioni di euro (1,6% dei ricavi) del 2008. Il debito finanziario netto consolidato al 31 dicembre 2009 pari a 17,2 milioni di Euro, stabile rispetto ai 17,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2008. La Società, nel comunicare i dati relativi all’esercizio 2009, esprime soddisfazione per essere riuscita a confermare, nell’anno peggiore dell’informatica italiana dagli anni ’90, la tenuta dell’equilibrio economico e finanziario, evidenziata dal miglioramento dell’utile d’esercizio e dalla stabilizzazione della posizione finanziaria netta.