CASO NAPSTER: SPECIALE DI WALL STREET ITALIA

12 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Oggi la nona Corte d’Appello Federale di San Francisco ha preso la propria decisione sul contenzioso che opponeva Napster, il sito Internet che permette ai propri utenti di scambiarsi liberamente ‘file’ musicali (Mp3), e la Recording Industry Association of America, l’associazione che riunisce tutte le principali etichette discografiche.

I giudici hanno riconosciuto Napster colpevole di aver infranto le disposizioni sul diritto d’autore, ma di avere solamente delle responsabilita’ secondarie.

La Corte di San Francisco ha giudicato l’ingiunzione di chiusura emessa dal Tribunale di Primo Grado ‘esagerata’, chiedendogli di riconsiderare la sua decisione.

Wall Street Italia ha preparato in esclusiva per i suoi lettori un resoconto dell’accaduto, accompagnato dai riferimenti necessari ad inquadrare l’evoluzione storica della vicenda.

IL CASO NAPSTER

IL FATTO

I PRECEDENTI

Internet: Napster,
colpevole ma meno…

Internet:
tutti uniti contro Napster

Internet:
Tribunale, Napster puo’continuare

Internet:
tribunale imbavaglia Napster
A

Napster:
concorrenti festeggiano in borsa

Internet:
Napster graziato sino a ottobre

Napster si
appella, Bertelsmann la sostiene

Napster e
Bertelsmann stringono alleanza
A

Napster:
chiusura questione di tempo…

Internet:
Napster a pagamento in Germania

Napster:
futuro sicuro ma a pagamento

Internet:
oggi si decide il fato di Napster

A

A