CASO GOOGLE AUMENTA TENSIONE CINA-USA

13 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il caso dei raid informatici contro Google in Cina, per accedere alle caselle postali dei militanti cinesi per i diritti civili, rischia di diventare un ulteriore elemento di tensione tra Pechino e Washington. Dopo l’annuncio che Mountain View non applichera’ piu’ i filtri-censura imposti da Pechino anche a rischio di essere espulsa dal ricco mercato, il governo cinese ha fatto sapere di “aspettare di avere maggiori informazioni”. Da Washington il segretario di Stato Hillary Clinton ha fatto sapere, a sua volta, di “attendere una spiegazione dal governo cinese” .