CASE: I PREZZI SCENDONO IN 77 CITTA’ USA

15 Febbraio 2008, di Redazione Wall Street Italia

I prezzi delle case sono calati nel quarto trimestre 2007 nella maggioranza delle aree metropolitane degli Stati Uniti, secondo un rapporto della National Association of Realtors citato da Bloomberg.

Il prezzo medio di una casa e’ sceso del 5.8% a $206,200 negli ultimi 3 mesi del 2007 dai $219,000 dello stesso periodo del 2006. I prezzi sono scesi in 77 su 150 delle piu’ importanti citta’ americane, un record negativo che non ha precedenti, nel periodo in cui esistono dati di rilevazione, cioe’ dal 1979. Il calo e’ stato del 10% o superiore in 16 delle maggiori aree metropolitane.

I prezzi delle case sono scesi di oltre il 10% dal picco massimo toccato nel luglio 2006, in quella che Bloomberg definisce la peggiore recessione nel settore immobiliare in America degli ultimi 26 anni. Il numero di case invendute e’ in continua crescita e ha raggiunto i 3.9 milioni a dicembre 2007, secondo la National Association of Realtors. Un altro motivo del calo e’ gli eventuali nuovi acquirenti di case fanno molta fatica a trovare un mutuo, stanti la pesante crisi sul mercato del credito. Inoltre secondo gli ultimi calcoli circa 15 milioni di proprietari di case alla fine del 2008 hanno piu’ debiti (con il mutuo) del valore stesso della casa. Lo comunica Jan Hatzius, chief U.S. economist di Goldman Sachs.

Non e’ un mercato per vedove e orfani. E non e’ un mercato per news gratuite. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER