Carrello spesa +4,2%, ecco quanto sarà la stangata per le famiglie

22 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – “Una stangata, per una famiglia di 3 persone, pari a 567 euro su base annua. Per una famiglia di 4 persone, invece, andare al mercato a fare la spesa di tutti i giorni comporta un rincaro di 613 euro. Soldi, questi, che certamente non arriveranno in più in busta paga o nelle pensioni non indicizzate e che determineranno un ulteriore aggravamento della capacità di spesa delle famiglie italiane, oramai non piu’ sull’orlo del burrone, ma precipitate dentro”. E’ così che il Codacons commenta gli ultimi numeri sull’inflazione in Italia, che hanno messo in evidenza un valzo del carrello della spesa pari a +4,2%.

Nel complesso, secondo ai dati definitivi dell’Istat – che hanno confermato le stime preliminari – nel mese di gennaio il tasso d’inflazione in Italia ha rallentato il passo – sebbene in misura lieve – scendendo dal 3,3% di dicembre al 3,2%.

Ma la buona notizia è il rincaro del cosiddetto carrello della spesa, (che comprende i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti): in questo caso l’Istat ha comunicato un balzo del 4,2% su base annua, ben oltre tasso d’inflazione (3,2%). Si parla di un rialzo su base mensile +0,8%, ai massimi da un anno.

Andando a guardare ai componenti del carrello della spesa, i dati sono più che indicativi: benzina +17,4% a gennaio su base annua – dopo +15,8% di dicembre – e in crescita +4,9% su base mensile. Prezzi gasolio per i mezzi di trasporto +25,2% in termini tendenziali (dal 24,3% precedente), al ritmo record dal luglio del 2008; su base annua, crescita +4,7%.