Carburanti, atteso rincaro benzine di 1 cent a causa rally greggio

1 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nei prossimi giorni sono attesi rincari sui prezzi dlele benzine in Italia, dopo la lieve riduziuone registrata nei gi0rni scorsi. E’ quanto prevede la Federazione Italiana Gestori Impianti Stardali Carburanti. “Nella settimana appena trascorsa, i prezzi internazionali sono, sia pure limita-tamente, aumentati (+0,005 eurocent/litro per la benzina e +0,004 per il gasolio). I prezzi alla pompa Italia, invece, sono diminuiti di 0,010 eurocent/litro per la benzina e di 0,007 per il gasolio” afferma Luca Squeri, Presidente Nazionale FIGISC-Confcommercio. “Le quotazioni del greggio si stanno rinforzando sopra gli 80 dollari/barile. Sulla base di questa tendenza e in ragione delle variazioni delle chiusure del mercato internazionale dei prodotti lavorati di giovedì 30 settembre si prevede che i prezzi nei prossimi giorni possano aumentare nell’ordine di 1,0 eurocent/litro”. Per quanto riguarda gli ultimi sette giorni, le quotazioni del greggio sono aumentate di 0,8 euro/barile, parallelamente ad un apprezzamento del cambio, salito da 1,34 a 1,36 dollari per 1 euro. Sul mercato interno, i prezzi alla pompa hanno fatto registrare diminuzioni nell’ordine, rispettivamente di –0,010 euro/litro per la benzina e di –0,007 per il gasolio, contro aumenti delle quotazioni Platt’s del prodotti finiti, rispettivamente di 0,005 e di 0,004 euro/litro. Nel panorama europeo dei prezzi, l’Italia – in una classifica decrescente dal prezzo più caro a quello meno caro – peggiora la posizione di un posto: scende, infatti, dal nono all’ottavo posto per il prezzo della benzina e dal sesto al quinto posto per quello del gasolio.