Cancro al seno, 16enne prodigio: “ho scoperto la cura, so come sconfiggerlo”

1 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

A sedici anni ha già vinto il Google Science Fair per aver messo a punto un test in grado di individuare l’Alzheimer dieci anni prima della sua diagnosi. Ora Krtin Nithiyandam è convinto di avere per le mani un metodo per rendere più sensibile alla terapia uno dei più ostici tumori al seno, il Triple-negative breast cancer (Tnbc).

Questa tipologia di cancro al seno costituisce il 15% del totale ed ha la particolarità di non rispondere a diverse sostanze utilizzate nella chemioterapia.

Ciò è dovuto al fatto che nelle cellule tumorali, in questo caso mancano dei recettori necessari a far sì che le sostanze come il Tamoxifen possano entrare in azione.

“L’obiettivo è riportare tale cancro in uno status nel quale può essere trattato”, spiega il sedicenne al Telegraph, per farlo è necessario bloccare la produzione di una proteina, la ID4, quella che blocca la differenziazione tra cellule staminali a tumorali. “Ho trovato un modo per silenziare i geni che producono ID4, cosa che trasforma il cancro portandolo a uno stato meno insidioso”, afferma Krtin.

Non solo: il giovane britannico ritiene di aver scoperto un gene, chiamato Pten, in grado di favorire il funzionamento della chemioterapia; la combinazione dei due trattamenti scoperti da Krtin dovrebbe rivelarsi molto più efficace dei metodi di cura attualmente utilizzati. Per il momento i test del ragazzo prodigio sono stati condotti nel laboratorio della sua scuola e a casa, ma, come spiega lui stesso: “il passo successivo” è “introdurre Pten e gli inibitori della proteina ID4 in vivo”.