Cancro: 1 su 6 scatenato da infezioni

10 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Uno su sei casi di cancro al mondo (circa 2 milioni l’anno) sarebbero causati principalmente da delle infezioni facilmente gestibili attraverso la prevenzione e normali cure. I risultati mettono in luce risvolti positivi che aiuteranno la ricerca contro una malattia che ogni anno uccide circa 8 milioni di persone.

I 4 tipi di infezione principalmente responsabili del cancro sarebbero riconducibili al papilloma virus umano o HPV (acronimo di Human Papilloma Virus), al batterio Helicobacter pylori, e all’Epatite B e C.

“Le infezioni con un determinato tipo di virus, batterio o parassita, rappresentano la porzione più grande delle cause di cancro facilmente prevenibili”, hanno dichiarato i dottori Catherine de Martel e Martyn Plummer, che hanno guidato la ricerca.

La ricerca – pubblicata nella rivista oncologica del The Lancet – prende in considerazione 27 tipi di cancro in 184 paesi. Dei 12,7 milioni nuovi casi di cancro presi in considerazione nel 2008, il 16,1% (circa 2 milioni) sarebbe proprio attribuibile a infezioni. La percentuale sarebbe più bassa per i paesi industrializzati (7,4%) rispetto a quelli in via di sviluppo (22,9%), con numeri che variano dal 3,3% in Australia e Nuova Zelanda, al 32,7% nei paesi dell’Africa sub-Sahariana.