Campanella stonata a Wall Street

19 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza in territorio negativo per la borsa americana, appesantita ancora della vicenda Goldman Sachs uscita fuori venerdì scorso. La Sec, la Consob statunitense, ha avviato un indagine di frode nei confronti del colosso finanziario americano con l’accusa di aver raggirato gli investitori con operazioni relative a ristrutturazione e vendita titoli legati ai mutui subprime. La situazione sembra aggravarsi visto che le indagini potrebbero rivolgersi anche verso altri istituti finanziari. Povera l’agenda macroeconomica, con in calendario solo il leading indicator di marzo, atteso in crescita dell’1%. Protagoniste della giornata le società alle prese con i conti trimestrali, con Citigroup che è tornata a macinare utili dopo due anni di rosso. In lista anche Eli Lilly, Halliburton ed Hasbro. In flessione il prezzo del greggio, con il Wti a 80,88 dollari al barile. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un ribasso dello 0,18% a 10999,09 punti, l’S&P500 un decremento dello 0,24% a 1189,11 punti ed il Nasdaq una minusvalenza dello 0,29% a quota 2477,8.