Cambio tariffe Blackberry: Research In Motion in picchiata

21 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Titoli della societa’ madre del Blackberry a picco in avvio di seduta. Research in Motion paga l’annuncio di un cambio di tariffe per i suoi abbonati. Il mercato teme per la crescita delle spese e degli investimenti con il lancio del nuovo Blackberry 10.

Con l’arrivo del nuovo software sale anche l’incertezza sul piano tarrifario e i titoli alla fine chudono a 10.91, in calo 3.21 (-22.73%) sul Nasdaq. L’impresa hi-tech ha perso un milione di utenti BlackBerry nel suo ultimo trimestre fiscale.

Il gruppo canadese di smartphone ha chiuso ieri il terzo trimestre dell’esercizio 2012/2013 con ricavi pari a 2,7 miliardi di dollari in calo del 47% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e con un utile netto da attività continuative di 9 milioni di euro.

Escludendo alcune voci straordinarie il risultato è negativo per 114 milioni di dollari pari a 0,22 dollari per azione, decisamente meglio rispetto alle attese (consensus -0,35 dollari). Nel periodo Rim ha aumentato la propria posizione cash a 2,9 miliardi di dollari contro i 2,3 mld dei tre mesi precedenti.