Cambi, euro sotto pressione in avvio di giornata

1 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Euro in caduta sul valutario, dopo la seduta interlocutoria di ieri. La moneta unica, che la vigilia galleggiava sui livelli di venerdì scorso, è scivolata ora a 1,224 dollari. Un movimento che giunge in ritardo di un giorno, dato che ieri i due principali mercati azionari dell’occidente, Londra e Wall Street, erano chiusi per festività. La questione della crisi europea ed il declassamento del debito sovrano della Spagna stanno ora esplicando i loro effetti sul mercato valutario, che vede la valuta del Vecchio Continente sempre più incerta. A pesare sulla divisa unica anche le dimissioni a sorpresa del Presidente tedesco Horst Koehler. Si attendono oggi alcuni importanti dati macroeconomici, come quello sul PMI manifatturiero dell’Area Euro e la situazione del mercato del lavoro. Dagli USA arriverà l’ISM manifatturiero ed alcuni dati sul mercato immobiliare. Intanto, lo yen fa qualche passo avanti, con il dollaro che scambia a 91 yen (-0,15%) e l’euro a 111,24 yen (-0,8%).