Cambi, euro in recupero contro il dollaro

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’euro torna oltre la soglia degli 1,27 dollari, dopo la debolezza evidenziata negli ultimi giorni. A sostenere la valuta europea contribuiscono alcune ricoperture, ma anche gli impatti sul biglietto verde di quanto emerso dalle Minutes della Federal Reseve. Dai verbali dell’ultimo incontro di politica monetaria è emerso che i membri del FOMC non vedono una ripresa più decisa prima del 2011. E’ stato anche predisposto un piano per reinvestire i proventi degli MBS in Treasuries per mantenere una politica accomodante, dati i segnali di rallentamento dell’attività economica giunti di recente. Il cross euro/dollaro si attesta così a 1,2717 USD (+0,21%). In ritirata anche lo yen, dopo il rally messo a segno negli ultimi giorno. L’euro scambia così a 107,24 yen (+0,39%) ed il dollaro a 84,36 yen (+0,24%). E intanto i mercati azionari reagiscono con euforia alle novità giunte dall’area Asia-Pacifico, con l’Australia che evidenzia alti tassi di crescita e la Cina che vede un recupero del settore manifatturiero, stando agli ultimi dati sul PMI. Il dollaro australiano evidenzia una forte accelerazione nei confronti del dollaro americano, attestandosi a 0,9014 USD (+1%).