Cambi, euro ancora ostaggio di profit taking

19 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La moneta unica resta vittima di prese di beneficio e scambia nei confronti del biglietto verde appena poco sopra quota 1,28 dollari, dopo aver rivisto ad inizio settimana la soglia degli 1,29 dollari. Il cross eur/usd vale al momento a 1,2808 dollari rispetto alla chiusura di ieri (1,2850). La divisa di Eurolandia mostra segni di debolezza anche sullo yen, che dal canto suo sta sostituendo in questi giorni il dollaro come bene rifugio sull’incertezza che continua a regnare sui mercati. L’agenda di oggi prevede la diffusione nel pomeriggio dei dati sulle richieste di sussidio alla disoccupazione, il superindice di luglio ed il Philly Fed di agosto. Attese in mattinata le vendite al dettaglio in Gren Bretagna di luglio.