Cambi, Cina prende tempo sulla questione dello yuan

13 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora una volta la Cina prende tempo sul tema della fluttuazione dello yuan. Al termine dell’incontro fra il Presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, ed il Premier cinese, Hu Jintao, la questione resta ancora aperta. Obama ha sollecitato la Cina a migrare verso un tasso di cambio più aderente al mercato, ma stando alle indiscrezioni di stampa il Premier cinese avrebbe dichiarato che il suo Paese non accetterà pressioni esterne per prendere decisioni al riguardo. In ogni caso, il problema della fluttuazione dello yuan sarà risolto tenendo conto della situazione economica e sociale della Cina.