CAMBI: ANCHE LA FED MUOVE IN SOCCORSO DELL’EURO

22 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli Stati Uniti hanno colto di sorpresa i mercati, annunciando di volersi unire allo sforzo delle banche centrali europee per sostenere l’euro.

“La nostra politica monetaria non cambia di una virgola – ha tuttavia dichiarato oggi il segretario al Tesoro Usa, Lawrence Summers – il dollaro forte e’ nel miglior interesse degli Stati Uniti”.

Summers non ha rivelato l’ammontare di euro acquistato dalla Federal Reserve, ma si tratta comunque del primo intervento della banca centrale americana in soccorso di una valuta straniera dalla crisi asiatica del 1998.

Il segretario al Tesoro Usa sta partecipando in questo momento ai lavori del G7 a Praga.

La divisa unica europea e’ scambiata in questo momento a 0,8798 contro il dollaro, in netto rialzo rispetto a 0,8582 della chiusura di ieri.

(Vedi anche Euro, Banche centrali intervengono sui mercati)