BUY SU WALL STREET, LEHMAN +12%, BERNANKE OK

22 Agosto 2008, di Redazione Wall Street Italia

Apertura in forte rialzo alla borsa di New York, la possibile acquisizione da parte dei coreani fa salire il titolo Lehman Brothers del 12% (controlla gli indici di borsa in tempo reale), mentre gli operatori hanno accolto positivamente il pur drastico discorso del presidente dell Federal Reserve Ben Bernanke a Jackson Hole.

Korea Development Bank mette Lehman Brothers tra le possibili acquisizioni e il titolo dello storico istituto vola in borsa. ‘Stiamo studiando varie opzioni’ ha detto un portavoce della banca pubblica coreana, tirata in ballo ieri dalla stampa come possibile acquirente del 50% del gioiello Usa. Nessun commento e’ ancora giunto dal Lehman Brothers, le cui azioni hanno perso oltre l’80% dagli inizi del 2007, intanto a Wall Street il titolo guadagna il 12%.

Nel frattempo Wall Street ha preso positivamente le parole del presidente della Federal Reserve Ben Bernanke, nel corso del consueto appuntamento annuale organizzato dalla Fed di Kansas City a Jackson Hole al quale partecipa anche il governatore della Banca d’Italia e presidente del Financial Stability Forum, Mario Draghi. La Fed “agira” come necessario “nel medio termine per assicurare la stabilità dei prezzi”.

“Le prospettive sull’inflazione – ha aggiunto – restano incerte, monitoreremo da vicino”. Il contesto economico attuale “é uno dei più difficili mai visti”. Lo ha detto il presidente della Fed, Ben Bernanke, sottolineando che “gli effetti del credit crunch sull’economia reale sono divenuti evidenti”. “Anche se il funzionamento di alcuni mercati è un po’ migliorato, la tempesta finanziaria non si è ancora quietata e i suoi effetti sull’economia sono divenuti evidenti sotto forma – ha spiegato – di rallentamento dell’attività economica e di aumento del tasso di disoccupazione”.