BUFERA ANALISTI: REGOLE SEVERE PER JONES

12 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Edward D. Jones & Co., la settima banca d’affari negli Stati Uniti, ha deciso di seguire l’esempio di Merrill Lynch (MER – Nyse) e impedire ai suoi analisti di comprare o vendere azioni di societa’ di cui si occupano o appartenenti ai settori analizzati.

Il regolamento approvato e’ dunque ben piu’ severo di quello di Merrill Lynch visto che comprende anche i settori che la banca segue attraverso report, rating e analisi.

Per gli analisti di Wall Street, la pratica di mantenere posizioni su titoli oggetto delle loro analisi si e’ intensificata da quando il mercato ha iniziato a registrare i primi cali durante lo scorso anno ed e’ ora oggetto di un’inchiesta federale che mette in dubbio l’imparzialita’ delle raccomandazioni.

“Non abbiamo mai avuto problemi a riguardo – ha detto David Otto, capo delle ricerche presso Edward Jones – Non vogliamo tuttavia che questo diventi un problema o che influisca negativamente sulla percezione della nostra clientela”.

Edward Jones, che conta ben 7.653 broker in tutto il Paese, ha come target di mercato il piccolo consumatore.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:



BUFERA ANALISTI: NUOVE REGOLE PER MERRILL

COME LEGGERE I REPORT DEGLI ANALISTI

SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /3
SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /2
SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /1