BUFERA ANALISTI: NUOVE REGOLE PER GOLDMAN

8 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Goldman Sachs Group (GS – Nyse) ha chiesto ai suoi analisti di rivelare eventuali partecipazioni che possiedono nelle societa’ che raccomandano per impedire analisi distorte e parziali.

La nuova politica di Goldman segue la decisione presa da alcune banche d’affari, tra cui Credit Suisse First Boston e Merrill Lynch (MER – Nyse), che hanno proibito ai rispettivi analisti di possedere titoli nelle societa’ da loro coperte.

Un portavoce di Goldman non ha potuto dire immediatamente quanti analisti saranno colpiti dalla nuova norma o che cosa abbia fatto scattare tale decisione.

La mossa e’ stata presa in seguito ai crescenti dubbi sulla qualita’ e l’integrita’ delle raccomandazioni degli analisti, specialmente quelli impiegati da banche di investimento che prendono commissioni dalle societa’ quotate.

Sulla scia della bufera che ha investito gli analisti, la SEC, il NASD e la Securities Industry Association hanno recentemente proposto nuove linee guida per identificare con certezza ogni conflitto d’interessi.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:



USA: EFFETTI DELLE REGOLE SULLA TRASPARENZA

BUFERA ANALISTI: MARY MEEKER ANCORA NEI GUAI

BUFERA ANALISTI: DIFFICILI LE CAUSE LEGALI

BUFERA ANALISTI: ACCUSATA LA REGINA DI INTERNET

BUFERA ANALISTI: ALLARMANTI I DATI SEC

SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /4

SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /3
SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /2
SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /1