British Airways annuncia perdite record con crisi e scioperi

21 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nuovo record negativo per la British Airways, che vede decollare le perdite nell’esercizio chiuso a marzo, a causa dell’impatto esercitato dalla crisi economica mondiale e dei costi legati agli scioperi degli assistenti di volo. La compagnia aerea britannica chiude così il bilancio con un risultato negativo di 425 mln di sterline, in deciso aumento rispetto al rosso di 358 mln archiviato l’anno precedente. Le vendite sono crollate dell’11% a 7,99 mld di sterline. Gli sforzi per tornare alla profittabilità quest’anno sono stati per ora neutralizzati dall’impatto delle ceneri del vulcano islandese, che ha avuto riflessi sull’aviazione civile europea. Il numero uno della compagnia Willie Walsh ha ammesso che “il ritorno alla profittabilità richiederà un cambiamento radicale nella compagnia di volo” e non ha potuto dissimulare la sua indignazione nei confronti dell’atteggiamento intransigente delle organizzazioni sindacali.