Brasile shock: viceministro spara contro i manifestanti

11 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’immagine è agghiacciante. A essere ritratto è Ari Pereira, viceministro per la Sicurezza pubblica dello Stato brasiliano di Bahia, che spara contro alcuni contadini iscritti al Movimento Sem Terra, che erano entrati nel ministero per protestare contro l’uccisione di un loro leader, Fabio Santos.

Pereira ha sparato tre colpi; nella foto si vede chiaramente come il funzionario politico punti l’arma da fuoco contro i manifestanti, che si trovavano nell’atrio dell’edificio.

Nessun ferito, ma la foto mette in evidenza una situazione da Far West, caratterizzata dalla crescente distanza tra i privilegiati, i politici che hanno il potere, e la povera gente che chiede maggiore giustizia sociale. Una forbice che si allarga, e non solo in Brasile.

Dopo l’accaduto, Mauricio Barbosa, ministro per la sicurezza pubblica di Bahia, ha ricevuto i manifestanti. Lo stato di Bahia è governato da Jacques Wagner, del Partito dei Lavoratori (Pt, di sinistra), lo stesso della presidente Dilma Rousseff.