BORSE USA, TORNA IL RALLY: NASDAQ +4,8%, DOW +3,6%

13 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street torna a galoppare. Il Dow Jones termina le contrattazioni con un progresso superiore ai 200 punti e riconquista le importanti soglie psicologiche sfondate al ribasso nei giorni precedenti, per posizionarsi sopra i 7.800 punti.

Seduta di rally anche per i tecnologici, con il Nasdaq rimbalza quasi del 5%, riagguantando e superando i 1.300 punti.

Era dal 15 ottobre del 2002 che sia il Dow che il Nasdaq non mettevano a segno un guadagno cosi’ alto su base percentuale.

Sui mercati fanno passi da gambero l’ oro (GOX), che testa il valore minimo degli ultimi tre mesi, e il comparto obbligazionario.

I DATI DI CHIUSURA



































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Nasdaq IXIC 1340.78 4.81 1893.3 1108.5 29.18% 20.96%
DJIA DJIA 7821.75 3.57 10673.1 7197.49 26.72% 8.67%
S&P 500 SPX 831.90 3.45 1173.89 768.63 29.13% 8.23%
Nasdaq 100 NDX 1029.81 6.11 1523.27 795.25 32.39% 29.50%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Semiconduttori SOX 310.46 8.00 618.4 209.4 49.80% 48.26%
Networking NWX 142.67 6.60 261.9 79.3 45.53% 79.91%
Software GSO 105.42 6.14 175.08 77.63 39.79% 35.80%
Internet ECM 42.99 5.68 56.68 29.2 24.15% 47.23%
Wireless YLS 51.00 5.24 75.05 31.26 32.05% 63.15%
Assicurazione DJ_INS 260.56 4.99 378.95 243.59 31.24% 6.97%
Biotech BTK 327.33 4.83 543.7 275.1 39.80% 18.99%
Retail RLX 260.74 4.72 345.6 243.8 24.55% 6.95%
Hardware GHA 160.82 4.50 252.1 110.5 36.21% 45.54%
Difesa DFX 131.98 3.53 208.15 125.9 36.59% 4.83%
Finananziario DJ_FIN 133.54 3.09 185.17 127.71 27.88% 4.57%
Farmaceutico DRG 284.14 2.10 392 237.7 27.52% 19.54%
Energia DJ_ENE 176.55 1.93 229.71 169.06 23.14% 4.43%
Petrolifero OIX 239.22 1.34 337.99 232.66 29.22% 2.82%
Oro-Argento XAU 64.05 0.61 89.11 54.67 28.12% 17.16%
Gas Naturale XNG 160.96 -0.05 201.14 105.53 19.98% 52.53%




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1762.97 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1795.66 Vix 35.93
volume Nasdaq 100
(*)
1452.76 Vxn 44.98
volume DJIA (*) 346.35 Index put-call ratio 1.12
titoli Nyse in
rialzo
2375 Equity put-call
ratio
0.61
titoli Nyse in
ribasso
917 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
138 scadenza a 5 anni 2.72%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
38 scadenza a 10 anni 3.73%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
75 scadenza a 30 anni 4.72%
titoli Nasdaq in rialzo
2277 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
891 Future Crude $36.01
titoli Nasdaq
invariati
220 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
45 Cambio Euro/Dollaro 1.081
titoli ai minimi-Nasd
(c)
67 Cambio Dollaro/Yen 118.54

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia





LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna








































CONTRATTI FUTURE SU SADDAM HUSSEIN
Scadenza Chiusura Variaz % Volumi
31 MARZO 2003 19 +1 37200
30 APRILE 2003 72 +2 10200
31 MAGGIO 2003 78 0 5068
30 GIUGNO 2003 76 -9 20500
Come si leggono i future su Saddam?


IL COMMENTO DELLA SEDUTA

  • Ancora una volta sono le notizie provenienti dal fronte internazionale a pilotare le scelte degli investitori. La possibilita’ che un attacco all’Iraq venga rimandato tranquillizza i mercati, che gia’ nella seduta di mercoledi’ avevano accennato alla voglia di recupero .
  • A tenere banco nella giornata di oggi e’ stata la diffusione di un rapporto del network televisivo CNN, che ha segnalato che gli Usa starebbero negoziando in segreto per far arrendere alcune unita’ militari irachene . E in ogni caso molti operatori sottolineano che la soluzione dell’affaire Iraq e’ comunque vicina, a prescindere da quello che sara’ il responso dell’Onu.
  • La fiducia degli investitori ha cosi’ oscurato il dato macroeconomico poco confortante relativo alle vendite al dettaglio, che nel mese di febbraio hanno registrato una flessione dell’1,6%, superiore al calo dello 0,5% stimato dagli analisti. In realta’, a catalizzare l’attenzione degli operatori, e’ stato l’indicatore relativo alle vendite al dettaglio di gennaio, rivisto al rialzo da –0,9% a +0,3%. Tutto sommato positivi i dati relativi ai sussidi di disoccupazione settimanali e ai prezzi all’importazione di febbraio.
  • La performance al rialzo dei chip e’ stata sostenuta dall’aumento delle vendite mondiali di infrastrutture chip. Il dato ha messo a segno un progresso del 17,2% a gennaio rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Lo ha annunciato la Semiconductor Equipment Association del Giappone.
  • Wall Street ha inoltre imboccato il trend rialzista seguendo il rafforzamento del dollaro rispetto all’euro e allo yen.

    TITOLI E SETTORI IN MOVIMENTO

    Il segno piu’ e’ tornato cosi’ a brillare sul Philadelphia Semiconductor Index (SOX – Nyse), l’indice rappresentativo dei semiconduttori, che ha incamerato un progresso dell’8%. Positivi, tra i titoli, Intel (INTC – Nasdaq). Il titolo ha accolto con favore la fiducia manifestata dalla banca d’affari RBC Capital sul suo nuovo chip Centrino. Tra i chip hanno recuperato terreno Applied Materials (AMAT – Nasdaq), Kla-Tencor (KLAC – Nasdaq) e Texas Instruments (TXN – Nyse).

    Forte il recupero del settore networking (NWX), che ha chiuso le contrattazioni portando a casa un rialzo superiore al 6%. Da segnalare che nei giorni scorsi molti titoli del comparto avevano reagito negativamente alla possibile decisione da parte di alcune societa’ di rivedere al ribasso la spesa in conto capitale relativa alle infrastrutture per tlc.

    Seduta al rialzo per i petroliferi (XOI). Sotto i riflettori al decisione della banca d’affari Prudential di alzare il giudizio su Royal Dutch (RD – Nyse) e Shell (SC – Nyse) da hold a buy.

    In crescita il titolo del colosso hardware Gateway (GTW – Nyse), dopo l’articolo positivo del Wall Street Journal, secondo il quale l’azione prometterebbe bene.

    Per avere tutti i dettagli clicca su TITOLI CALDI , in INSIDER.