BORSE: UN CONTROLLO AI CONTROLLORI

23 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Wall Street Journal ha messo sotto accusa le borse europee, sostenendo che il fenomeno dell’insider trading dilaga come un’epidemia. Colpa delle autorita’ di controllo.

La tabella mostra il numero di dipendenti che gli organismi deputati alla supervisione dei mercati hanno in ogni paese, il numero di societa’ quotate e il rapporto fra addetti e titoli.

In molti casi ci sono abbastanza controllori, ma produttivita’ ed efficienza lasciano a desiderare.

PAESE

STAFF

SOCIETA’
QUOTATE

SOCIETA’/
STAFF

Danimarca

20

242

12

Regno Unito

200

2.399

12

Lussemburgo

5

53

11

Irlanda

10

78

8

Svizzera

30

232

8

Germania

130

741

6

Svezia

50

258

5

Paesi Bassi

43

214

5

Finlandia

27

129

5

Grecia

65

246

4

Francia

219

784

4

Austria

30

96

3

Spagna

92

481

3

Belgio

80

156

2

Portogallo

112

135

1

Italia

403

239

1

pausa

pausa

pausa

pausa

Europa

1.616

6.483

5

Stati Uniti

2.807

6.850

2

Fonte: Wall Street Journal