BORSE UE: VOLA MOBILCOM, GUADAGNA PIU’ 200%

16 Settembre 2002, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee hanno aperto in rialzo, infervorate dal rally di venerdì scorso sul finale del Nasdaq e spinte dalle tensioni che sembrano avvicinare sempre di più il conflitto degli Usa contro l’Iraq.

Londra ha aperto a +0,19%.
Francoforte a +0,27%.
Parigi a +1,01%.
Madrid a +0,28%.

I mercati attendono la diffusione giovedì del Philadelphia Fed Survey di settembre che darà il polso dello stato di fiducia
delle imprese.

C’è poi l’attesa per l’evolversi dei rapporti tra Washington e Baghdad; nell’attesa salgono gli energetici, +1,21%. Giovedì si svolgerà una rionione dell’Opec.

Sui listini, grande exploit di Mobilcom, in crescita fin dalla pre-apertura di un teorico 200% dopo che il governo tedesco ieri ha annunciato che aiuterà la società con €400 milioni di crediti a basso interesse. Questo ammontare dovrebbe essere sufficiente per evitare la bancarotta.

Attenzione puntata comunque sugli assicurativi dopo che la svizzera Swiss Life ha anticipato la notizia di un prossimo aumento di capitale.

Il comparto tecnologico sale dello 0,55%. La notizia che la sudcoreana Samsung si aspetta risultati positivi nei prossimi mesi tiene alta l’attenzione su Infineon e Stmicroelectronics. Attesa per domani sera, quando saranno diffusi i risultati di Oracle.

France Telecom ha invece detto di voler cedere la sua partecipazione nell’operatore del mobile Orange. Secondo quanto riporta il Sunday Times, Vodafone sta valutando se alzare la sua offerta per l’operatore francese Cegetel a nove miliardi di sterline per rilevare la quota di British Telecom.