BORSE UE TERMINANO AI MINIMI, VENDITE SUI TMT

6 Ottobre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura in ribasso per le principali Piazze europee, che hanno chiuso vicine ai minimi di giornata. A penalizzare i listini hanno contribuito i segnali di debolezza provenienti da New York, dove le vendite hanno colpito in particolare il Nasdaq.

In Europa la lettera si e’ concentrata soprattutto su tecnologici, media e telecomunicazioni.

Solo Londra e’ riuscita a fermarsi in positivo (+0,09%) grazie al rimbalzo fatto segnare da British Telecom (+7,13%). In rosso, invece, Vodafone (-4,27%) e Freeserve (-6,04%). In rialzo Shell a +1,33%.

Francoforte si e’ fermata con il Dax a -2,06%. Colpita Deutsche Telekom (-4,59%), cosi’ come Infineon (-5,50%), Bmw (-3,78%) e Siemens (-2,38%).

A Parigi il Cac ha chiuso a -1,21%. Male France Telecom a -4,17%, Bouygues -7,19%, Stm a -5,90% e Tf1 a -5,12%. In controtendenza Agf (+4,66%).

Tra le altre Borse europee, Amsterdam (-1%), Madrid (-0,49%) e Zurigo (-0,58%).