Borse Ue su, futures Usa festeggiano ritorno Gm

18 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(WSI)- Prosegue positiva la seduta per le borse europee, che vedono protagonisti lo smorzarsi dei timori sul futuro dei Piigs in generale e dell’Irlanda in particolare, ma anche i forti guadagni del settore auto, in attesa trepidante del debutto di General Motors al Nyse, dopo poco più di due anni dal ritiro per una profonda crisi societaria.

Lo stoxx del settore auto in Europa è il migliore e sale più di 2 punti percentuali. Festeggiano ancora di più il ritorno di Gm anche i futures Usa: i contratti sul Dow Jones balzano infatti di ben 95 punti, quelli sul Nasdaq crescono di 26,50 punti e quelli sullo S&P 500 avanzano di 13 punti.

In Europa, intanto, alle 13 circa ora italiana Londra sale dell’1,46%, Francoforte dell’1,42%, Parigi fa +1,66%, Amsterdam +1,20% e Bruxelles +1,53%. Rialzi più contenuti per Piazza Affari, che comunque vede il Ftse Mib registrare comunque un solido +0,96%. L’attesa oggi è anche per l’arrivo di nuovi dati economici che arriveranno dal fronte degli Stati Uniti.

Scemati -per ora – i timori per il rischio contagio , anche l’euro è risalito e quota sui mercati newyorchesi in rialzo a 1,3645, guadagnando anche sullo yen a 113,68. La moneta unica beneficia delle dichiarazioni dell’Irlanda, che continua a ribadire di non aver bisogno degli aiuti europei, ma solo di un sostegno al settore bancario. Il dollaro, anche, cresce contro la valuta nipponica a 83,26.

A tal proposito, da segnalare il giudizio di JP Morgan sul biglietto verde: secondo il responsabile della research per il mercato forex, la divisa Usa potrebbe diventare infatti la più debole del mondo , a causa dell’allentamento monetario messo in atto dalla Federal Reserve.

Sul fronte delle commodities, il petrolio sale sul Nymex a 81,67 dollari al barile, in crescita di 1,23 dollari, mentre l’oro avanza a 1.356,3.

Intanto, intervistato da Class Cnbc, Alessandro Frigerio, di RMJ SGR, commenta l’andamento dei mercati affermando che gli operatori scommettono sulla risoluzione del caso Irlanda nei prossimi due giorni: oggi è iniziata la missione di UE ed FMI nel Paese del Nord Europa. Una nota positiva che ha rinfrancato gli investitori è arrivata tra l’altro dal ministro delle finanze francese Christine Lagarde, che ha riferito che “l’Eurozona non rischia il collasso”.

Lagarde ha detto di fatto che, sebbene sia chiaro che l’Irlanda versa in una situazione difficile, è altrettanto vero che esistono meccanismi capaci di tradursi in una rapida approvazione di un pacchetto di salvataggio finanziario.
“Sono fiduciosa sul fatto che il governo irlandese, la Commissione europea, la Banca centrale e l’Fmi prenderanno nei prossimi giorni la giusta decisione”, ha detto.

Parla anche il governatore della banca centrale irlandese Patrick Honan, affermando che l’Irlanda potrebbe richiedere all’Unione europea e al Fondo Monetario Internazionale un prestito “molto sostanzioso” nell’ordine di “decine di miliardi di euro .

Insomma, tutte queste dichiarazioni riportano un po’ di ottimismo sui mercati, angosciati nei giorni precedenti dai presagi più neri sul futuro dell’Europa intera.

Detto questo, pochi minuti fa il cancelliere tedesco Angela Merkel ha affermato che in caso di eventuali aiuti ai paesi dell’eurozona, anche i creditori dei titoli di stato dovrebbero farsi carico dei costi e partecipare dunque alle operazioni di salvataggio.

Tornando a Piazza Affari, tra i titoli positivi che spiccano sul Ftse Mib si mettono in evidenza Exor (+4,87%), regina del listino, Fiat (+1,91%), Pirelli (+3,18%). Bene anche le banche, mentre Finmeccanica è in fondo al paniere con un -1,90%.

Attenzione oggi a Fiat e allo sbarco della Fiat Cinquecento in America , paese dove il Lingotto fa il suo ritorno dopo 27 anni.