BORSE UE SCONTANO DELUSIONE FED. RESERVE

28 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Come gli USA, anche il Vecchio Continente non ha brindato al taglio di un quarto di punto da parte della Federal Reserve cui il mercato chiedeva qualcosa di più in materia di politica monetaria.

Il rialzo dei future sull’avvio delle borse americane ha permesso alle piazze europee di recuperare dai minimi in una giornata caratterizzata dalla vendita dei titoli energetici (EuroStoxx -3,3%), media (EuroStoxx -2,3%) e tecnologici (EuroStoxx -2%). Male anche i finanziari (EuroStoxx -0,7%), mentre è ben sostenuto il comparto telecom (EuroStoxx +0,8%).

Tra le Borse europee la meno peggio è quella di Francoforte che è stabile sulle quote della vigilia a 5.832 punti. Il listino tedesco è sostenuto dagli acquisti su Deutsche Telekom (+2,7%), Allianz (+1,8%) e Bayer (+1,4%). In calo tutti i tecnologici come Infineon (-3,8%), Epcos (-3,7%) e Siemens (-2,5%).

Londra è in ribasso dello 0,5%, malgrado il rimbalzo del 12,6% di Spirent, il rialzo del 3,6% di Voadfone e il +1,5% di British Telecom. In forte correzione Bp (-3,4%).

Parigi scende dell’1% sotto il peso di Alcatel (-1,9%), TF1 (-2,7%) e Total Fina (-3,8%). Anche qui in rialzo i telefonici con France Telecom a +0,96%. Bene anche StMicroelectronics in rialzo dell’1,2%.